Revival

Un amico mi ha regalato una Halma Auto, una reflex a pozzetto medio formato del 1960, che languiva nel suo garage. Funziona ancora perfettamente. Ovviamente tutto manuale, nulla di elettronico, nessun esposimetro. Ghiere diaframma e tempi senza scatti, si impostano in continuo. Primo tentativo miseramente fallito. Il secondo è andato molto meglio. Bene, ma adesso dei negativi (o dei provini) che me ne faccio? Vorrei portarli in digitale.

Leggi tutto “Revival”

Diamoci una mano

Diamoci una mano, la rassegna di danza nata dalla volontà di alcuni Amici della Fondazione Famiglia Defanti per raccogliere fondi a sostegno di diversi progetti e iniziative, è giunta alla sua terza edizione. Doppio spettacolo pomeridiano e serale. Pane per i denti di Shoot! Con la bravissima Stefania Calearo abbiamo coperto l’evento ed il backstage. Le foto complete sono pubblicate sulla pagina di Facebook della fondazione. Qui una mia personale e limitata selezione.

clicca sull’immagine per accedere all’album

Colleghi e colleghe

La sfida: 132 headshots, con varianti (sfondo quasi bianco, sfondo grigio; per i maschietti anche con o senza cravatta). 4 giornate, 15′ a testa tra spiegazione, scatti, scelta congiunta, firma delle liberatorie. Tempi quasi sempre rispettati. Colleghi molto soddisfatti. Io moltissimo. E divertiti.

Ho allestito una sala a studio fotografico, ed è diventata il mio regno per 2+2 giornate, dalla mattina presto alla sera. Non volevamo le canoniche immagini stile fototessera. In moltissimi casi sono riuscito a creare dei buoni ritratti dei colleghi, in cui a mio avviso traspare qualcosa delle singole personalità.

Qualche esempio, per il quale i colleghi mi hanno gentilmente autorizzato alla pubblicazione (grazie!!)

Iseo

Ogni tanto ci ritroviamo (nuovo episodio della serie “eravamo 4 amici al PoliMI, adesso con le famiglie”). Questa volta una toccata e fuga nei dintorni del lago d’Iseo, con escursione al Monte Isola ed al lago Moro.

Molto cibo, in parte ottimo, in parte buono, in parte “esperienza da non ripetere” con gestore convintissimo della sua arte culinaria (ma quest’ultimo locale scelto più o meno a caso perché eravamo senza le nostre “guide indigene”).

Molveno

Urgeva un week end di stacco. Montagna, aria pulita, lago, boschi. La scelta è caduta sul lago di Molveno, ragionevolmente agevole da raggiungere, scelta di alloggi abbondante.

Bella gita, con tanto di giro in funivia, passeggiata/scarpinata, giro del lago. Carino anche il ristorante dove siamo casualmente finiti a cena, con la cameriera che si è messa a scherzare con la piccola.

Molveno percorso degli scoiattoli
Sentiero di Sciury, il percorso degli scoiattoli.

(Clicca sull’immagine per accedere all’album)