Ri-creazioni

ricreazióne s. f. [dal lat. recreatio -onis]. – 1. non com. Nuova creazione: la critica è, in un certo senso, una r. (o anche una ri-creazione) dell’opera d’arte. 2. Distrazione, svago, periodo di riposo o dedicato ad attività piacevoli e rilassanti: concedersi un po’ di ricreazione; per ogni ora di lavoro al computer è bene prendersi cinque minuti di r.; anche con valore più concr.: lo sport è una sana ricreazione.
Sec. XVII

Una serie di immagini ispirate ad altre, classiche o meno, più o meno famose. Alcune ricreate, altre semplicemente ispirate e liberamente interpretate.
Il rimando all’opera originale è pensato esclusivamente come riferimento. Mi auguro che l’autore non la prenda male!

clicca sulle immagini per visualizzarle ingrandite
clicca sul titolo dell’opera per dettagli

Composita tra Neo (Keanu Reeves) e Trinity (Carrie-Anne Moss) in The Matrix 1999.

Autoritratto in veste di Riso
Pietro Bellotti 1658

Opera ritrovata tra i rifiuti in un autogrill, in Baviera.

Porbandar, India
Steve McCurry 1983

Country Doctor
W. Eugene Smith 1948

Les fils de l’homme
René Magritte 1964

Les Pains de Picasso
Robert Doisneau 1952

Roy Batty (Rutger Hauer)
Blade Runner 1982

Alfred Hitchcock
Albert Watson 1973

Gruppo del Laocoonte
Agesandro, Atenodoro di Rodi e Polidoro ≈150 a.C.

Dalì’s Moustache
Philippe Halsman 1954